Loading the content...
Navigation

Piante e fiori

margheritina descritta da L'Agenda di mamma Bea

Margheritina, m’ama o non m’ama

Margheritina, m’ama o non m’ama Bellis deriva dal l’aggettivo latino “bellus” che significa leggiadro, grazioso, piacevole, gentile, insomma: bello. Ma secondo altre versioni, può avere un’origine dal sostantivo latino “bellum”, nel significato di “guerra” probabilmente riferito al fatto che le margheritine, disponibili in grandi quantità nei prati vicini ai luoghi di battaglia, venivano utilizzate dalle crocerossine per preparare infusi con cui medicare le ferite dei soldati. Perennis significa “perenne”.

Read More
papavero descritto da L'Agenda di mamma Bea

Papavero, in un campo di grano

Papavero, in un campo di grano. Papaver sembra derivi dal celtico “papa”, cioè “pappa” perché i semi di questo fiore venivano messi nelle pappe dei bambini per farli dormire; Rhoeas deriva dal greco “rhein” che significa “cadere”, nome dovuto alla fragilità dei petali. Il papaver rhoeas non ha niente a che vedere con il papavero da oppio.

Read More
bardana descritta da L'Agenda di mamma Bea

Bardana, pelosa come un orso.

Bardana, pelosa come un orso. Bardana (Arctium lappa): Artcium significa “peloso come un orso”. Lappa era il nome scelto da Virgilio per indicare le piante i cui frutti si attaccano ai vestiti. “Lappare”, infatti, in latino significa “prendere”. Il termine “bardana”, invece, deriva dal portoghese “barda”, che significa “sella”, dovuto alla particolare forma delle foglie.

Read More
camomilla descritta da L'Agenda di mamma Bea

Camomilla, il fiore delle donne

Camomilla, il fiore delle donne Matricaria deriva dal latino Matrix (“utero” ma anche “donna, genitrice”), nome dovuto alle sue proprietà emmenagoghe, cioè in grado di promuovere le mestruazioni. Chamomilla deriva dal greco Khamaimelon, che significa “melo che cresce a livello del terreno”, in riferimento al profumo di questo fiore, simile a quello della mela.

Read More
Basilico descritto da L'Agenda di mamma Bea

Basilico, la pianta regale.

Basilico, la pianta regale. Ocimum Basilicum: Ocimum deriva da Okimon, il nome greco della specie di piante cui appartiene il basilico. Basilicum significa “regale”. Basileus, infatti, in greco, significa “re”, il Basileus era il re di Costantinopoli. Quindi, possiamo affermare che il basilico è il re dell’orto.

Read More

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità . Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001.
L'autrice del blog non è responsabile per quanto pubblicato dai lettori nei commenti ad ogni post, né dei siti collegati tramite link, il cui contenuto può subire variazioni nel tempo.
L'autrice, inoltre, non è responsabile dei contenuti pubblicati da parte del collaboratori, ai quali è rimandata ogni responsabilità.
I commenti e i contenuti ritenuti offensivi saranno cancellati.
Alcuni testi o immagini inserite in questo blog sono tratte da internet e, pertanto, considerate di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, è possibile comunicarlo via mail direttamente all'autrice e saranno immediatamente rimosse.
I contenuti presenti sul blog "L'Agenda di mamma Bea" non possono essere copiati, riprodotti, pubblicati o redistribuiti perché appartenenti all'autrice dello stesso blog. E’ vietata la copia, la riproduzione e la pubblicazione dei contenuti in qualsiasi modo o forma, se non autorizzata espressamente dall’autrice.

Back to top