Loading the content...
Navigation

quotidianità

L'importanza della routine secondo L'Agenda di mamma Bea

L’importanza della routine e delle abitudini

L’importanza della routine e delle abitudini La routine quotidiana è molto importante per lo sviluppo emotivo dei bambini perché dona loro sicurezza. Bastano dei semplici gesti, dei rituali magici per regalare al bambino momenti preziosi che rimarranno impressi nella sua mente per tutta la vita. Ce ne parla Chiara del blog Punto e Virgola Mamma.

Read More
l'incapacità organizzativa delle mamme raccontata da L'Agenda di mamma Bea

L’incapacità organizzativa delle mamme (per quanto riguarda se stesse)

L’incapacità organizzativa delle mamme (per quanto riguarda se stesse). Siamo bravissime quando si tratta delle esigenze degli altri, ci ricordiamo gli impegni dei figli, le richieste dei mariti, ma quando si tratta di noi stesse come ce la caviamo? Inevitabilmente, ci perdiamo qualche pezzo. Come fare per evitare che questo accada? Ce ne parla Serena del blog Mamme Infami.

Read More
la stanchezza delle mamme de L'Agenda di mamma Bea

La stanchezza delle mamme

La stanchezza delle mamme La stanchezza delle mamme è un fatto reale, di cui soffrono tutte, chi più chi meno. Perché non degeneri e non diventi un vero e proprio disturbo chiamato “esaurimento genitoriale” occorre prendersi più cura di sé: dedichiamo più tempo a noi stesse e ritroviamo così le energie necessarie per essere madri più serene e felici. Ce ne parla Lavinia del blog Le Briscole.

Read More
le donne dovrebbero essere libere di scegliere secondo L'Agenda di mamma Bea

Le donne non sono destinate a fare solo le mamme

Le donne non sono destinate a fare solo le mamme Davvero nel 2018 le donne sono libere di scegliere per il proprio destino? Come è possibile che ancora sia così diffusa l’opinione secondo cui le donne con figli devono fare le mamme e basta? E’ questa la società del futuro? Quella uguale al Medioevo? Ce ne parla Serena di MammeInfami e io mi unisco a lei in questo sfogo…

Read More
La recensione de L'Agenda di mamma Bea per il libro Viola cresce

Viola cresce: la rabbia di diventare grandi

Viola cresce: la rabbia di diventare grandi e di essere piccoli Qualche giorno fa ho preso in prestito in biblioteca questo libro della collana “I Cantastorie”, diretta da Livio Sossi:  “Viola cresce” di Alessandro Gigli, edicolors publishing, Genova 2000, illustrazioni di Sandro Natalini. E proprio le illustrazioni sono state la parte che inizialmente mi ha colpita di più. Ti dico subito che non si tratta di un libro qualunque ma, appunto, di un Cantastorie. Cos’ha di diverso rispetto a un normale libro? Il Cantastorie deve essere interpretato, oserei dire RECITATO! Infatti lo stile è un po’ impegnativo per un bambino piccolo, il quale ha bisogno di un maggior trasporto da parte dell’adulto suo lettore. Non a caso le illustrazioni (così ben fatte in questo libro) vengono in aiuto: il Cantastorie è una fiaba magica che ha bisogno di un supporto notevole sia grafico che teatrale per arrivare al cuore del bambino.

Read More
la routine raccontata da Chiara, collaboratrice de L'Agenda di mamma Bea

La routine è molto importante, soprattutto in autunno

La routine è molto importante, soprattutto in autunno. Chiara del blog Punto e Virgola Mamma oggi ci parla dell’importanza della routine. Tra gli impegni dei bambini che, crescendo, aumentano sempre più da una parte e la stanchezza e la spossatezza che caratterizzano questo periodo autunnale dall’altra, la routine offre uno spiraglio di sicurezza e tranquillità. Ecco il suo post, da leggere accoccolate sul divano, sorseggiando una tisana calda e avvolgente.

Read More
L'Agenda di mamma Bea spiega quanto sia importante la collaborazione tra genitori e scuola

Genitori e scuola: seguire i figli durante tutto il percorso scolastico.

Genitori e scuola: seguire i figli durante tutto il percorso scolastico. Un genitore che vive la scuola accanto al figlio non solo costruisce un rapporto di fiducia con gli insegnanti, ma segue la didattica, è aggiornato sullo svolgimento del programma, conosce i testi, il metodo dell’insegnante, senza essere invadente, il ruolo del genitore è quello di stare in silenzio, conoscendo ogni cosa ma restando dietro le quinte. Un genitore attento è partecipe di tutta la vita scolastica del figlio: conosce gli spazi, gli orari e i compagni: questo fa sentire il bambino accompagnato e compreso.

Read More
Il buongiorno de L'Agenda di mamma Bea

Buongiorno al tuo ottimismo: fai girare la felicità! Il circolo virtuoso della gioia.

Buongiorno al tuo ottimismo: fai girare la felicità! Il circolo virtuoso della gioia. Questo post vuole essere un messaggio di speranza per l’umanità. Ambizioso, ma non impossibile! Ho imparato proprio in questi giorni a trasformare la parola “impossibile” in (con la N) “possibile”. Le notizie di cronaca, ma anche molto più semplicemente le negatività quotidiane non lasciano molta speranza a noi che entriamo nei meandri del “buongiorno” ma la notizia bella è che la felicità (quella personale e quella generale dell’umanità) inizia proprio da noi. Parte dai nostri piccoli gesti. Vediamo in che modo tutto questo è possibile…

Read More

Stanchezza: Quanto si stanca una mamma? Guest post di Lavinia di Amichemamme

Stanchezza: Quanto si stanca una mamma? Guest post di Lavinia di Amichemamme. Lavinia del blog Amichemamme sta attraversando un momento della vita molto frenetico e impegnativo e, con la sua solita simpatica ironia che la contraddistingue, oggi ci parla di uno dei temi che riguardano tutte le mamme (chi più chi meno): la stanchezza! Lavinia è anche l’autrice di uno dei post più apprezzati del blog, ovvero: Kate Middleton Meme: La principessa Kate è una mamma come noi

Read More
la colazione per i bambini de L'Agenda di mamma Bea

Colazione per i bambini: 7 modi per renderla più piacevole.

Colazione per i bambini: 7 modi per renderla più piacevole. Sappiamo quanto sia importante la colazione per l’alimentazione dei bambini. Ma sappiamo anche quanto sia difficile riuscire a fargliela fare, la mattina presto, quando sono ancora impastati col sonno… l problema è che se li facciamo uscire a stomaco vuoto, oltre a rendere il loro regime alimentare scorretto, appena arrivati a scuola avranno sicuramente fame e tu dovrai ripiegare sulla solita merendina e questo vabbè… Il problema è che non avranno bevuto il latte, importantissimo per la loro crescita…

Read More
Back to top